Restyling in economia per un mobile dei primi del 900, è possibile?

Come riuscire? Ti spiego come fare per ottenere un buon risultato con un restyling, moderno, di un mobile dei primi 900, cambiando i connotati, mantenendo però l’essenza e con soli 20 euro.

Restyling di un mobile con 20 euro, amanda deni, cera novecento, novecento paint, restauro, mobile stile moderno

Questo mobile dei primi novecento che ho restaurato, era pronto per la discarica ed io invece l’ho trasformato.

Chiariamo in apertura alcuni concetti: ai posteri lascerò taniche di sverniciatore affinché possano cancellare il mio restyling- ammesso che vogliano ripristinare la forma originale.
Vivo nel tempo  presente e quello che più mi piace, ed il mobile, lo volevo- proprio- così.

La sua storia, ricomincia nelle mie mani, dopo aver vissuto un’epoca gloriosa e poi il disuso, stoccato in un garage.


Prima di parlarti del restyling di un mobile con 20 euro, in stile moderno, volevo condividere, le ricerche che ho fatto. Ho trovato la storia di questo mobile, una delle parti entusiasmanti delle mie trasformazioni. Cerco sempre notizie di oggetti e mobili, mi affascina cercare di comprendere a quale funzione abbiano svolto a chi sia appartenuto.

Da dove proviene il mio mobile da restaurare?


Certa è la provenienza aziendale, sono infatti riuscita a rintracciare la “carta di identità” di questo arredo, attraverso l’etichetta apposta su un fianco, che ho mantenuto intatta.


Ho trovato una vecchia pubblicazione nel giornale “Il Ponte di Pisa” del 1 novembre 1927, ove si parla della IV MOSTRA, cosi recita il testo, con menzione alla Ditta Rutilio Anguillesi e figlio di San Giovanni che troverai nelle foto reperite nel web

La premiata Fabbrica dei mobili artistici e comuni della Ditta Rutilio Anguillesi e figlio di San Giovanni alla Vena, presso Cascina, che conta oltre ottanta anni di vita, ha esposto…
…Questo dell’ Anguillesi è uno degli stands che richiama la maggiore attenzione del pubblico per i mobili perfetti, di una irreprensibile composizione, benissimo levigati e rifiniti con grande precisione.
La Ditta provvede colla maggiore sollecitudine alla fornitura completa di appartamenti, di ville e di alberghi.”

E’ presumibile quindi che il mobile possa essere appartenuto alla direzione di un albergo, oppure a qualche ufficio ministeriale.

Restyling di un mobile con 20 euro, amanda deni, cera novecento, novecento paint, restauro, mobile stile moderno



Certo è che, ad oggi il restyling di un mobile con 20 euro, lo rende versatile prestandosi a molteplici funzioni, dalla segreteria, allo stoccaggio di stoviglie, biancheria o libri o ancora come mezza parete per un ambiente, per dividere, senza in effetti farlo

La scelta dei colori nel restyling del mobile

La scelta delle finiture e dello stile di un restyling dipende da molti fattori, il luogo di ambientazione, il budget a disposizione per il restyling, il gusto personale.
Ho cercato di trovare la tinta più adatta sia per l’ambiente in cui verrà posizionato che guardando al rispetto dei gusti di mio figlio, che ha scelto di posizionarlo nella sua futura dimora.
Non era pensabile per un buon risultato, che tenesse conto di qualità -prezzo, provvedere a sistemare l’impiallacciatura, deteriorata e friabile in più punti


Era- per me – necessario sdrammatizzarlo un pochino, rendendolo più attuale e moderno, ho quindi optato per la rimozione di serrature e chiavi, mantenendo le maniglie originali sulle ante e applicando un pomello in acciaio, ex novo, sulla parte dell’antina centrale.
Questa è la chicca del mobile, la sezione centrale, somiglia ad una serranda, ma in relata è un’anta a battente. Il legno, di buona fattura, è inalterato e ai fini del mio progetto di restauro, necessitava di una sola carteggiata per evidenziare il legno naturale.
Ero indecisa sé applicare le rotelle, per poter mobilizzare il mobile, ma come puoi vedere ho scelto di non farlo
La scelta del colore non è stato semplice ed ho effettuato alcune prove prima di decidermi, includendo altre papabili tinte, tutte appropriate.

Quali prodotti ho usato per il restyling moderno del mio mobile?

Tutti i prodotti sono di Novecento Paint- Cera Novecento

  • Tutti gli accessori: apribarattolo, pennello, pennellessa, spazzola, grembiule, nastro ecc, li trovi qui accessori
  • Apribarattolo
  • Spugnetta abrasiva da 100
  • Pennellessa
  • Rullino moltoprene floccato
  • Pennello per cera
  • Spazzola per lucidare

Pomello di acciaio

Ecco i procedimenti per un restyling economico

I materiali di consumo, effettivi, per questo restyling, ammontano ad un importo di 20 euro. Ho avanzato materiale, che riutilizzerò per altri progetti

Il primo intervento del mio restyling, ha visto protagonista l’impiallacciatura del mobile, rimossa facilmente, in quanto precedentemente compromessa, friabile, mancante e ove presente sollevata dal massello.

Ho semplicemente usato una spatola, sollevato l’impiallacciatura che naturalmente si staccava e tutta quella che si prestava per essere rimossa.

Un tocco di modernità al restyling

Via maniglie e fori delle serrature, le ho riempite con cartone e stuccate con lo stucco per il legno “Come Legno”, il medesimo utilizzato per colmare le imperfezioni sulle superfici del mobile, più visibili. Lo stucco, asciuga rapidamente e va applicato in eccedenza per poi perfezionarlo con la carteggiatura, con carta abrasiva del 180.

Con la medesima carta, ho rimosso le finiture della porzione centrale, carteggiando e riportando a legno l’antina.

Per la pulizia del mobile ho usato il Pulitore Forte Alcalino (nell’elenco sopra trovi il link del prodotto), diluito nelle giuste proporzioni, come riporta la scheda tecnica: 300 ml in un litro d’acqua, se poco sporco, 500 ml in un litro d’acqua se molto sporco. Mi sono aiutata con una spugnetta abrasiva e ho passato molto bene tutte le superfici.

Ho ripetuto l’operazione una seconda volta e nonostante non sia previsto il risciacquo, ho passato una spugna inumidita e lasciato poi asciugare molto bene

Per proteggere l’anta centrale – riportata a legno- e per enfatizzare il color miele del legno, ho applicato la Cera in Pasta Neutra ( due mani) con un pennello dedicato e dopo una posa di 30 minuti ho lucidato con spazzola

Perché non si usa ammoniaca e bicarbonato per la detersione dei mobili?

Non farti tentare dai metodi “della nonna” o dal “si è sempre fatto cosi” o ancora “ho sempre fatto cosi”. Affinché le pitture gessose, chalk paint, di Novecento Paint possano aderire alla perfezione, senza sollevarsi o creare effetti indesiderati a posteriori, è necessario passare questo prodotto, appositamente formulato, per consentire alle Paint di agire al meglio. Non applicare quindi ammoniaca o bicarbonato, viene chiamato anche ABA (ammoniaca- bicarbonato- acqua), semplicemente perché NON SONO ADATTI

Il tocco di colore per il restyling del mobile

Questo è sempre il momento più difficile, ma anche il più bello, se ti capita di titubare davanti ad una cartella colore, sappi che è normale.

Anchesi, Novecento Paint offre ben 59 tinte. Non ragionare troppo, puoi chiedere consigli, ma a qualcuno che abbia la tua stessa linea d’onda, altrimenti ti metterebbe in difficoltà ulteriore. Fatti trasportare dal cuore, cerca ispirazione, nel web l’offerta è ampia, oppure fatti aiutare da qualcuno competente, che magari potrebbe accompagnarti nelle scelte e perché no, farti osare con tinte inusuali, che non avevi contemplato.

Per questo restyling del mobile con 20 euro, ho scelto il color Peltro. Una volta aperta la latta (una latta da 500 ml, che mi è avanzata) il contenuto va mescolato molto bene, se vuoi conoscere un piccolo trucchetto per facilitare l’apertura del tappo della latta e quindi per un utilizzo facilitato del prodotto clicca su questa #tipsdiamanda,

La pittura è stata applicata a pennello nei punti ad angolo e a rullo sulle maxi superfici, due le mani che ho dato, con 24 ore di riposo tra una mano l’altra e nel giro di due giorni l’ asciugatura è totale.

Consiglio utile: Non verniciare il retro di un mobile , questo favorisce la datazione e dettagli sul legno a chi ci sopravvivrà

Se vuoi vedere il video vai su Instagram  su @amandadeni e mi trovi su tutti i social 

 I prodotti usati sono di Novecento Paint e Cera Novecento https:/ceranovecento.com/

Ti potrebbe piacere  anche:
La scredenza azzurra in stile shabby chic, Come trasformare una cornice
#ceranovecento #novecentopaint

|ADV



Condividi

4 Commenti

  1. Pingback: Stile Boho Chic. Il comodino - Amanda Deni

  2. Patrizia Ferretti Reply

    Grazie per i tuoi preziosi consigli e per la capacità di farci vedere oltre lo stato iniziale del mobile ❤️

  3. Paolo Lusuriello Reply

    Complimenti Amanda per la trasformazione con un tocco di raffinatezza

Lascia un commento