Si chiamano hydrangea e hanno diverse declinazioni

Le ortensie o hydrangee sono belle sia nei loro naturali cespugli, che recise. Con la loro semplicità donano un aspetto regale al giardino, crescono in vaso, mettono di buon umore e sono di ispirazione per chi ama disegnare

E le ortensie secche?

Sono eleganti elementi di arredo in ogni casa! 

Se non lo hai ancora fatto, questo è il momento giusto per preparare le ortensie essiccate.

Scegli i fiori che abbiano un aspetto con colori desaturati, reggeranno meglio il periodo di disidratazione, in questo modo seccheranno mantenendo il fiore aperto e i petali non si arricceranno.

Applica un taglio alla base del ramo, rimuovi totalmente le foglie. 

Unisci i fiori a formare piccoli mazzolini e legali con in filo di rafia. 

Appendili a testa in giù e posizionali in un luogo fresco e buio. 

Aspetta due settimane  e poi potrai usarli per composizioni floreali 

Se vuoi vedere il video sulla preparazione vai su @amandadeni in Instagram

Esiste l’altro metodo di disidratazione, dove è possibile raccogliere il fiore nel massimo vigore e splendore di colori. 

Si recide il gambo con taglio obliquo, si mettono gli steli in un vaso con cinque  centimetri  di acqua, per una settimana, finché l’acqua evapora e poi legate a piccoli mazzetti, dovranno stare per due settimane capovolte, in luogo fresco e buio! 
Mai al sole diretto

A te il miglior metodo

#ortensie #hydrangea #fioriessiccati

Lascia un commento