Chiamale viole brinate o caramellate.

In pochi passaggi avrai di piccoli dolcetti al sapore di viola.

Le passeggiate con la mia mamma, portano a questo. 

Ho raccolto le viole mammole inerpicandomi ai bordi del percorso pedonale.

Le volevo per farne delle foto, poi il profumo è stato travolgente, come quando da piccola mi arrampicavo sulle robinie dietro casa, per cogliere i grappoli di fiori per mangiarli.

In barba alla mia glicemia, ballerina, ne ho fatto il più classico delle chicche “accompagna caffè”.

Racccogli solo viole provenienti da luoghi non accessibili ad animali e lontano da luoghi inquinati o vicino a campi dove abbiano usato pesticidi.

Come fare le viole candite o brinate

Ingredienti per caramellare le viole:
  • Un albume 
  • zucchero
Procedimento per brinare le viole:
  • Non è necessario separare i petali dal peduncolo, non percepirai l’amarognolo.
  • Usa l’albume freschissimo, sbattilo lievemente eventualmente pastorizzalo
  • Passa la viola nello zucchero semolato. Non usare lo zucchero a velo. 
  • Lascia asciugare bene in zona areata e su una gratella.
Altra versione di viole caramellate:

Per un effetto alla perfezione con viole completamente aperte:

Usa un pennello.

Immergi il pennello nell’albume e passalo su una viola alla volta pennellando il fiore dall’interno all’esterno, prima la parte alta e poi quella

bassa. Spolvera con lo zucchero. 

Se vuoi vedere il video, consulta Instagram su @amandadeni, Pinterest o Facebook

viola, viola mammola, ricette con le viole, viole caramellate, viole brinate, amandadeni ,casa facile

ti potrebbero Interessare: Cantucci la miglior ricetta, Chesecake

#viole #ricetteconleviole

Lascia un commento