Cos’è il Pap Test?

Quando fare un Pap test? 

Perché si fa il Pap test? 

Chi deve farei Pap Test? 

A chi rivolgersi per eseguire un Pap test? 

Forza dai ditemi che è una vita che non lo fate? Oppure siete bravissime e rispondete sempre alla campagna di prevenzione?

Se volete altre info chiedi qui nei commenti così che possano essere utili anche alle altre 

Cos’è il Pap Test?

Il Pap test (test di Papanicolaou, dal cognome del medico che lo ha inventato) è un esame di prevenzione femminile, che viene effettuato per prevenire appuntoIl tumore della cervice uterina, non serve invece per analizzare altri distretti dell’utero né per identificare altre patologie dell’apparato genitale femminile.

Questa tipologia di tumore dell’apparato genitale femminile è a crescita lenta. I tumori della cervice uterina dipendono quasi esclusivamente da infezione virale (HPV o Papilloma virus). Una grande percentuale di donne presenta la positività al virus e anche se non si negativizzeranno, non tutte daranno necessariamente origine a un cancro.

Si possono identificare precocemente le lesioni benigne del collo dell’utero che poi potrebbero trasformarsi in tumore maligno.

È importante sapere che la vaccinazione contro l’infezione da HPV non esonera dall’esecuzione del Pap test.

Chi deve svolgere il Pap Test?

Il tumore si presenta più frequentemente in donne fra 25 e 64 anni e comunque per tutte coloro che hanno iniziato un’attività sessuale indipendentemente dall’età.

Le vergini (virgo) posso eseguire il Pap Test?

Ledonne vergini (che non hanno mai avuto rapporti sessuali completi) possono provare a eseguire l’esame. Le donne adulte dovrebbero comunque sottoporsi all’indagine.

Nonostante il rischio di sviluppare un cancro in donne vergini è molto basso, alcune forme di tumore, possono svilupparsi indipendentemente dalla trasmissione del virus da parte del partner.

L’ostetrica dovrà essere informata, così che utilizzerà uno strumento (Speculum) più piccolo, per la dilatazione genitale.

Si può svolgere il Pap Test in gravidanza

Non vi sono controindicazioni all’esecuzione del Pap Test in gravidanza, condizione che deve essere segnalata all’operatore sanitario all’atto della prenotazione e prima dell’esecuzione dell’esame. 

Anche le donne in menopausa e chi utilizza contraccettivi orali, locali o IUD (dispositivi intrauterini) come la spirale, possono svolgere il Pap Test.

 Come si esegue il Pap Test? 

Guarda il video in Instagram su @amandadeni oppure su Youtube con la spiegazione, per avere la dimostrazione visiva e schematica. 

 L’Ostetrica o il ginecologo introducono in vagina lo speculum che consente di isolare il collo dell’utero. 

 Vengono quindi prelevate alcune delle cellule della superficie esterna del collo dell’utero con un’apposita spatola e con un brush(scovolino) il materiale citologico all’interno del canale cervicale.  

Le cellule vengono depositate su un vetrino ed inviate al laboratorio per essere analizzate. 

Viene rimosso lo speculum.

È doloroso il Pap Test? 

L’esecuzione di un Pap test non è dolorosa.

Potrebbe manifestarsi un lieve fastidio che può essere percepito anche in zona pubica. Tutto però dipende dalla sensibilità individuale e alla delicatezza dell’operatore
Porsi nei confronti del Pap Test in modo rilassato agevola le manovre. 

Dopo l’esame non si dovrebbe avvertire alcun disturbo. Nei giorni successivi all’indagine si possono verificare piccole perdite di sangue anche di colore marrone

Qualche trucchetto per non avvertire nulla durante l’esecuzione del Pap Test


All’introduzione dello speculum nel canale vaginale è necessario rimanere con il bacino ben appoggiato al lettino e cercare di non stringere il pavimento pelvico, occorre spingere un pochino immaginando la minzione. Durante l’esame fare respiri normali e in caso di tensione, molto profondi.

Controindicazioni all’esecuzione del Pap Test

Per svolgere un Pap Test non deve essere presente il flusso mestruale.

Segnalare (già all’atto della prenotazione) eventuali allergie soprattutto al lattice.

Preparazione all’esame Pap Test

Nei giorni precedenti:

Evitare di utilizzare lavande interne, creme spermicide, gel, ovuli e terapie particolari (segnala all’operatore se stai assumendo farmaci) ecc.

Meglio svolgere un Pap Test in assenza di processi infiammatori che potrebbero alterarne il risultato.

 Nelle 48 ore che precedono l’esame è consigliabile astenersi dai rapporti sessuali 

Quanto dura il Pap Test?

L’esecuzione di un Pap test è molto rapida. Pochi minuti. Occorrerà più tempo per la compilazione della modulistica.

Occorre assistenza dopo l’esame del Pap Test?

Essendo un esame non invasivo, non occorre assistenza, si può tornare a svolgere immediatamente le attività di vita quotidiana senza limitazione alcuna 

Dopo quanto tempo dopo l’esame di Pap Test posso avere rapporti sessuali?

Nessuna limitazione per i rapporti sessuali e per l’igiene personale.

Chi sono gli operatori che possono eseguire il Pap Test?

I Pap Test posso eseguirli ostetriche e ginecologi.

Come prenotare un Pap Test e Dove eseguire un Pap Test?

Il Pap test è  possibile svolgerlo in regime SSN (sistema sanitario nazionale) ovvero gratuito, che risponde alla codifica D02, oppure con una compartecipazione al costo sanitario (Ticket) oppure in libera professione.

I Pap test vengono effettuati presso gli 

  • ambulatori ospedalieri
  • ambulatori territoriali come i Consultori Familiari di zona
  • in strutture private o convenzionate
  • al proprio domicilio (solo privatamente).

In linea di massima occorre l’impegnativa del medico di base. Alcuni punti prelievi vi chiederanno due impegnative distinte per la medesima prestazione a parità di costo di esecuzione esame, sempre da farsi rilasciare dal medico di medicina generale. 

Alcune regioni svolgono campagne di Screening su Core di utenti suddivisi per età e avviseranno tramite chiamata diretta. Tale partecipazione è gratuita.

Quanto costa il Pap Test?

Il SSN in alcune regioni prevede che il Pap Test sia gratuito ogni tre anni, questo è un intervallo di tempo sufficiente per una buona prevenzione. 

Nel lasso di tempo intermedio ai tre anni è comunque possibile svolgere il Pap Test, se necessario, dietro pagamento ticket sanitario (18/19 euro) a meno che non possediate regimi di esenzione dalla compartecipazione al costo sanitario.

Privatamente verranno invece applicate le tariffe a discrezione dell’operatore o del centro che interpellerete.

Ogni quanto tempo va ripetuto il Pap Test?

Abbiamo detto che è un tumore a lenta evoluzione.

Con un Pap Test negativo ed in assenza di indicazione medica è sufficiente svolgere l’esame ogni tre anni, appunto, in modo gratuito.

Dopo quanto tempo sono pronti gli Esiti del Pap Test?

A seconda del punto prelievo l’esito potrà essere pronto nell’ordine dei 30 giorni, in alcuni punti sono molto più rapidi.

Cosa bisogna fare dopo aver ritirato l’esito del Pap Test?

Se l’esito del Pap Test risulta normale, non è necessario intraprendere alcuna azione.

In caso di Pap Test normale: La dicitura riporta “Assenza DI CELLULE TUMORALI MALIGNE”

Se il Pap test risulta positivo o con anomalie, talvolta sono semplici cellule infiammatorie, pur non significando che vi sia una presenza di tumore, è necessario far visionare l’esito da personale qualificato, affinché si possano eseguire ulteriori approfondimenti diagnostici.

L’esame può essere integrato con l’HpV DNA test e con la colposcopia solo dopo un esito sospetto o positivo

Il Pap Test e il l’HpV DNA test sono la stessa cosa?

 Il test HPV (detto anche DNA HPV test) è simile come modalità esecutiva al Pap Test, ma serve per verificare la presenza di Papillomavirus, ovvero quelle infezioni responsabili poi della degenerazione in tumore del collo dell’utero.

Come tutti gli esami in medicina, anche per il Pap Test possono essere presenti falsi positivi e falsi negativi.

Forza, non ti resta che farlo!

Le informazioni di questa pagina non sostituiscono il parere del medico.

Articoli che potrebbero interessarti :

Coppetta mestruale

Mascherine quali usare. quelle a norma e quelle che non vanno bene

Contraccezione a chi rivolgersi

#paptest #prevenzioneginecologica #prevenzioneoncologica #consultorio #ostetrica

Lascia un commento