In inverno cosa fate?

Amo l’inverno per due cose la quinta stagione ovvero il Natale e perché dopo Natale è già ferragosto. 

Mi segui in instagram? Puoi farlo qui su amandadeni qui troverai il mio spaccato quotidiano, ti aspetto se già non sei tra le “mie amiche del web”

Se proprio devo trovare i lati positivi di una stagione che affonda la lama del freddo nella nostra carne, penso alla fiamma del caldo camino a legna che scoppietta, il comignolo che fuma ed immagino chi vi abita.

Penso ai week end sugli sci, tutti insieme, alle buone minestre calde della sera, alle torte ed al profumo che inebria la cucina.

L’odore di lievito del pane, le spezie per i dolci e pergli arrosti, la guancia sporca di zucchero a velo appena spolverato sui muffin e il vin santo, al freddo ambiente esterno, pronto per accogliere dei cantucci appena sfornati. Ecco il bicchiere mezzo pieno.

Penso anche inevitabilmente a chi, prima di noi, ha affrontato gli inverni senza impianti di riscaldamento, alle lenzuola fredde su cui veniva posta la cenere inserita nel “prete”, alle stufe economiche, dove sui camini qualche volta veniva avvistata la cicogna.

Sapete perché questa leggenda viene attribuita alle nascite?

Proprio per questo motivo. A chi assisteva l’ostetrica, allora levatrice, veniva chiesto di far bollire dell’acqua (vi spiegherò un giorno perché). Le cicogne, vedendo il fumo nel cielo si posizionavano sui comignoli dei camini per riscaldarsi.

 Con questa immagine bucolica vi regalo una super ricetta, cucinata nel freddo pomeriggio.

Ingredienti

  • 200 g di farina Manitoba
  • 4 uova
  • 200 di cioccolato fondente
  • 170 g di burro ( preparane 100 +70)
  • 70g di zucchero a velo ( prepara 50 + 20)
  • 100 g di amaretti o una fialetta di aroma mandorla
  • 300 / 400 ml di vino moscato
  • quattro pere
  • mezza bustina di lievito
  • zucchero a velo

Procedimento:

Prepara uno stampo da plumcake da circa 30 cm, mettici il burro e infarinalo

Prepara le pere, sbucciandole ma senza tagliarle

Prepara un pentolino dai bordi alti e fai cuocere le pere con il vino, sino ad evaporazione dello stesso e finché i rebbi della forchetta non entreranno nella polpa

Mentre aspetti trita il cioccolato e scioglilo a bagno maria con 100 g di burro. Una volta sciolto lascialo intiepidire

Separa gli albumi (bianchi) dai tuorli (gialli) .

Monta con la frusta i tuorli con 50 g di zucchero e i 70 g rimasti di burro, finche non avrai una crema spumosa.

Aggiungi quindi al composto la crema di cioccolata

Da questo momento mescola lentamente con una spatola Marisa.

Aggiungi quindi all’impasto, gli amaretti o l’aroma mandorla, la farina e il lievito setacciati, gli altri 20 g di zucchero.

Monta gli albumi a neve e uniscili al composto sempre mescolando dall’alto verso il basso

Ora e il momento di riempire lo stampo:

poni un po’ di impasto su fondo. Adagia le pere molto vicine e riempi con la restante parte.

Metti in forno termoventilato, nel centro a 170 gradi per 30 minuti. Verifica se è cotta altrimenti puoi lascarla altri 10 minuti.

Rimuovila dal forno e lasciala riposare 10 minuti, poi sformala…. e

Poi fammi sapere come ti è venuta

le foto sono di proprietà di rossotibet

la teglia è di KitchenAid

il piatto di casa shop

Write A Comment