con Retrofficina Milano e Arte del restauro un progetto a misura di ambiente

Immaginate un’amicizia che nasce dal web?

Una stima reciproca e fruttuosa. Ho conosciuto Luca Guzzon di “Retrofficinamilano” proprio qui, in rete, tramite il mio profilo Instagram @amandadeni  Stavo restaurando uno dei miei tanti suppellettili e mobili e quando ancora l’algoritmo ci suggeriva davvero genere di situazioni a noi confacenti.

 Da sempre sono una con le mani in pasta, una che ama sperimentare, colorare, assemblare e rinnovare. La staticità non fa per me e si riflette ovunque. Luca è un mio simile, lo fa con una passione unica, un’ umiltà senza eguali e con tanta bramosia di raggiungere obiettivi. Tutto ciò e non è passato inosservata al più grande Maestro del restauro: Carlo Ferrari

Io senza ne arte ne parte, ma solo motivava dai buoni intenti, l’amore per il bello, il recupero ed il brocante. Luca è intervenuto in modo mirato ed appropriato elargendo un consiglio semplice ed efficace. La competenza nel trattare gli argomenti relativi ai materiali, alle materie prime e alle operazioni efficaci sul mobile hanno fatto il resto. Ora è diventato la mia enciclopedia del mobile. 

Luca è un provetto allievo del maestro Ferrari, di Arte e restauro”. Insieme sono una miscela esplosiva, sempre con pensieri innovativi e visionari, ma con estrema pragmatismo, messo a disposizione degli allievi che frequentano il loro laboratorio, mossi dalla voglia di creare e recuperare.

Ne sanno una più del diavolo e con una semplicità disarmante risolvono i problemi più insidiosi del restauro. Propongono corsi nel laboratorio di Milano per tutte le capacità, dai quelli base a quelli avanzati. 

Con loro ho progettato un tavolo industrial per il mio portico, con legno raw di recupero di recupero, in origine utilizzate come assi da ponteggio nei cantieri edìli.

Secondo mio gusto, condiviso, abbiamo pensato di lasciare la patina di vernice a vista, le assi sono state trattate con prodotti deturpanti a scopo preventivo, consolidate minuziosamente e lucidate, infine protette. Completano il progetto le gambe stilizzate in ferro battuto. 

Il tavolo è adatto a qualsiasi ambiente, in perfetto mood del momento a occupare la sala da pranzo, la cucina, diventando il protagonista di pranzi e cene. Adattissimo agli allestimenti anche in assenza di tovagliato, un bruno con gli amici o durante una grigliata. Appropriato con mise en place, dalle piu sofisticate a contrasto con l’essenza grezza del legno,  a quelle più in linea con lo stile.

Nel  laboratorio a Milano  potete mettere alla prova il vostro gusto e il vostro  stile accompagnati passo passo nella realizzazione di un pezzo o nel recupero di ciò che è appartenuto alle vostre  famiglie nelle generazioni passate o al pezzo visto  al mercatino delle pulci, o creando ex novo qualcosa che avete solo “in testa”.

Ve lo raccontiamo nella video intervista …

Voi siete piu minimal o amate restauri e brocantage? Come siete messi a mercatini? Io farei incetta di tutto!!!!

Scrivimelo qui !!

  

le foto sono di proprietà di @rossoTibet di Amanda Deni, soggette a copyright. Condividere con tag

2 Comments

  1. Io sono per il restauro., recupero e piccole creazioni in legno, proprio ora sto recuperando dei mobili x il bagno dandogli una nuova vita.
    A breve comincero a fare mercatini

Write A Comment